Il benvenuto di Giacomo Vigliercio per la Festa de l’Unità 2018

Cari Democratici,
dopo il 4 marzo abbiamo intrapreso un cammino di coraggio e di umiltà con al centro la discussione sulle ragioni della sconfitta e sulla sostanza delle nostre politiche di questi anni. Un cammino che riparta dai fondamentali, dalle scelte su chi vogliamo rappresentare e come, dai temi di fondo su come si produce e distribuisce la ricchezza, dal grande bisogno di sicurezza e di giustizia sociale che la nostra società esprime. Solo così possiamo elaborare una nostra idea, definita, rinnovata e rimotivata, del futuro dell’Italia e dell’Europa. Non possiamo farlo da soli ma con un
confronto aperto e di merito coinvolgendo le persone.

La Festa di quest’anno si presenta proprio con questo spirito: il nostro Partito sta attraversando una fase di forte rinnovamento e ricostruzione del proprio radicamento e della propria capacità di dialogare con l’esterno. Il programma delle serate è ricco e abbiamo cercato di costruire una Festa che fosse la festa del territorio.

I giovani: cosa pensano davvero di quello che è accaduto negli ultimi anni e di cosa sta accadendo; l’economia e il lavoro: perché se si ha un lavoro si può ricominciare a vedere anche un futuro; l’Europa: perché l’Europa dei popoli va rafforzata e riformata per garantire a tutti noi un periodo di stabilità e pace.

L’Europa dei diritti e delle opportunità che ci permettono di crescere. E l’idea che con il pilastro sociale le tutele e diritti avanzati su lavoro e welfare possano divenire comuni in tutto il continente; la Cultura e la Politica, perché di cultura si parla sempre troppo poco e  se questa fosse nelle agende di tutti i partiti forse vivremmo in un Paese più bello, più ricco e più giusto.

Abbiamo pensato anche ai più piccoli, prevedendo per loro uno spazio di laboratori manuali, e abbiamo cercato di coinvolgere alcune associazioni ed enti che sono radicati nell’azione sul nostro territorio. Tutto questo e molto altro; tanta è la strada da fare ancora ma noi siamo pronti per ricominciare a camminare con tutti i compagni di viaggio che avranno voglia di ascoltare e imparare, partecipare e essere felici. Pronti a ricostruire le alleanze nei confronti di chi ha una visione della giustizia sociale vicina alla nostra.

Un’occasione per tornare a essere la comunità che tanti ci hanno invidiato e di cui tanti di noi hanno sentito la mancanza.

Vi aspettiamo nelle serate del 13-14-15 e 20-21-22 luglio con la promessa, senz’altro mantenuta, di buona cucina, incontri interessanti, momenti da vivere insieme per costruire mattoncino dopo mattoncino il nostro nuovo domani.

Giacomo Vigliercio, Segretario provinciale PD Savona